La Piezza, una simil telecaster thinline semihollow, con corpo in black limba, top in Pioppo marezzato e manico in pezzo unico di acero marezzato con segnatasti e strip posteriore in ulivo.

Corpo

Il body è di black limba, parente stretto del korina, legno usato dalla Gibson per le Flying V del ’58: molto simile al mogano come sonorità ma con un’estetica molto più interessante. Il body è scavato da entrambi i lati, per diminuirne il peso e accentuare la sfumatura semiacustica del suono. Il top di pioppo marezzato estremamente figurato dona allo strumento una particolare eleganza. La forma è la classica Telecaster con l’unica modifica all’altezza dell’attacco del manico, sia il body che il manico sono più smussati per agevolare la comodità nei tasti alti.

Pickups

I Pickups, naturalmente artigianali, sono in stile vintage con magneti in Alnico II, avvolti con filo di rame da 0.06mm. Sotto al ponte c’è una barretta piezoelettrica preamplificata con un circuito attivo LRBaggs che genera, parallelamente all’elettronica standard Telecaster, la possibilità di avere un suono simil-acustico mixabile con anche i pickup magnetici, ottenendo uno spettro sonoro estremamente versatile.

Manico

Il manico, avvitato, è di acero marezzato con strip posteriore in ulivo, ha un profilo a C slim, ed è dotato di un truss rod a doppia azione stile musicman, di facile regolazione e ad alta precisione e resistenza. I tasti medium sono su di una tastiera a scala lunga a raggiatura costante da 12 pollici. Il capotasto è in materiale tecnico antifrizione, lo sportellino è in alluminio custom. Meccaniche Shaller vintage.

Finitura

La finitura dell’intera chitarra è la più naturale possibile: qualche mano di olio siccativo apposito per liuteria, e una mano di cera d’api protettiva lucidante.

In dettaglio
in promozione a: 900 €
Demo audio

Grazie al chitarrista Francesco Cattafi per il suo tempo e la sua abilità.

Tutte le tracce sono state registrate con i potenziometri di volume e tono aperti al massimo. La chitarra è stata collegata direttamente ad un ampli a transistor artigianale, microfonato con uno Shure Beta 57A. Dopo la registrazione non è stata aggiunta nessuna equalizzazione né effetto.