Rossella Canzi

Sono Rossella Canzi, classe 1994.

Fin da piccola ho esternato in vari modi il mio istinto artistico e creativo, poi finalmente a dodici anni ho iniziato a studiare musica: prima con la chitarra, poi ho scoperto il fantastico mondo ritmico della batteria, e da poco ho cominciato anche a muovermi con il basso e il piano. Delle vere e profonde passioni che hanno accompagnato la mia crescita come persona libera e creativa.

Poi, circa quattro anni fa, la dedizione per la musica mi ha spinto ad intraprendere la splendida avventura della liuteria.

Passione

Questa passione è nata quasi per gioco, sfidando me stessa e la noia estiva,
ma, alimentata dalla voglia di capire come gli strumenti che tanto amavo
fossero creati, si è trasformata poi in quello che ora è un mestiere ben avviato,
e non posso dirmi che estremamente felice perché sto vedendo realizzarsi un sogno
che non tutti sono così fortunati da potersi dire nella possibilità di farlo:
quello di fare della propria passione il proprio lavoro.

Così, dopo una prima fase di fresate e carteggiate in solaio e sul tavolo in cucina…
ora lavoro in un vero e proprio laboratorio attrezzato con gli utensili
che mi servono per costruire i miei strumenti in ogni loro parte,
partendo da legni esotici selezionati per sonorità e bellezza estetica,
abbinati e lavorati con la massima cura.

L’obiettivo è garantire un prodotto finale del tutto originale
grazie alla scelta dei legni, che trasmetta il calore naturale del legno
a chi lo suona, ma soprattutto che abbia un particolare suono che colpisca il musicista
e chi lo ascolta
grazie alla meticolosità che riservo nella
costruzione dei pickup di tutti gli strumenti.

Collaborazioni

Con l’apertura del laboratorio di liuteria, nel 2015 nasce una collaborazione con un amico, mentore, consigliere, il solo e unico Emanuele D’alò, liutaio di Shank Guitars.

Giuliano Dottori, proprietario della Ross Back Into The Woods. Chitarrista, cantautore, produttore ed insegnante, è stato un mio mentore per alcuni anni della mia crescita musicale.

Sono felice che ora suoni una mia chitarra in giro per l’Italia e che la apprezzi nota dopo nota.